Concerti rimandati al 2021? Ecco come si organizzano gli artisti…

0
Share

 

Ebbene sì, oggi 25 aprile é l’anniversario della liberazione d’Italia 2020. Ma di libertà ultimamente, ne abbiamo ben poche: questo “stallo” che l’intero mondo sta vivendo ha messo in crisi tutti i settori, compreso quello musicale. Le voci che corrono sostengono che si potrà parlare nuovamente di musica live non prima del 2021 e, ahimè, nessun genere è escluso. Ma come si stanno organizzando gli artisti di fama nazionale e internazionale?

La rivoluzione è cominciata

Sicuramente il mercato musicale non si è fermato e grazie alla tecnologia che ci tiene sempre connessi non mancano le uscite discografiche (e ne vedremo delle belle!); poi, live in diretta streaming, brani inediti frutto di collaborazioni online e tutto ciò che può far sembrare che la vita proceda normalmente. Certo è che l’esperienza di un bel concerto dal vivo, non é sostituibile, così nell’attesa di rilanciare la musica in piena era Covid-19, il format più gettonato dalle città italiane sembra essere ad esempio quello del drive-in, adattato non solo al settore cinema ma in futuro anche a quello dei concerti. Rimodulato in una nuova declinazione a impatto 0, grazie all’utilizzo di generatori ad energia rinnovabile e materiali ecosostenibili, mega schermi e palcoscenici.

Un mondo di possibilità..

Intanto, per chi ha fame di musica, le opzioni sono tante e appetibili: si potrebbe ad esempio guardare uno dei tanti live storici che i Radiohead stanno pubblicando sul proprio canale YouTube ogni settimana dalla loro Public Library, o ascoltare il nuovo disco di Ed O’Brien (EOB) “Earth”, arrivato sui mercati il 17 aprile. E ancora (dato che di tempo ne abbiamo) perchè non vedere un live dei Massive Attack… mentre si gioca a Minecraft?! Proprio così, oggi l’evento benefico che devolverà tutti i proventi al fondo di emergenza contro il Coronavirus, si unisce alla moltitudine di concerti live stream, anche nelle piattaforme di gaming (vedi il recente show di Travis Scott su Fortnite). E non solo, continua a leggere..


Ehi, ricorda di lasciare un bel like e condividere l’articolo!


Come ultimo consiglio, quello di dare un’occhiata al canale Soundcloud del Dissonanze Festival che ha gentilmente pubblicato per gli amanti della musica elettronica i migliori dj set e live della sua lunga storia. Caribou, Neon Indian, Pantha Du Prince… la febbre del sabato sera si alza in casa. Questa volta speriamo che sia contagiosa!

Related Posts
Lascia un commento