I torment(on)I dell’estate

0
Share

L’estate sta finendo, cantavano i Righeira. A dire il vero, è finita da un pezzo. L’autunno ha portato via il caldo afoso, le vacanze, il mare e tutte queste belle cose, ok ve ne diamo atto. Ma l’arrivo della nuova stagione ha anche decretato anche la fine delle sofferenze musicali di quelli che, come noi, non sono particolarmente avvezzi ai tormentoni estivi, in cui si parla, ma guarda un po’, di infatuazioni fulminanti, in cui ci si giura amore eterno per poi dimenticarsi il giorno dopo del nome del/la concupito/a, di feste in spiaggia che durano tutta la notte, dove il coma etilico è dietro l’angolo, di vacanze, mare, tintarella, nessi e connessi.


Per quanto questi pezzi non brillino per fantasia, finiscono ineluttabilmente per entrare nelle nostre teste, e ci ritroviamo inermi a canticchiarle in modo distratto mentre siamo in auto, fermi al semaforo rosso. A quel punto, il danno è fatto: il tormentone non ce lo schioderemo più dalla mente.


In attesa della fase n. 2 dei tormentoni, ossia quando per Natale verranno tirati fuori dalle loro celle frigorifere e scongelati Michael Bublé e Mariah Carey, andiamo a vedere di cosa stiamo per liberarci. Finalmente? L’avete detto voi, eh…

Amore e Capoeira – Takagi & Ketra feat. Giusy Ferreri

Non c’è due senza tre: due estati fa la nostra Giusy rincorreva il suo innamorato da Milano a Bangkok, passando da Londra e da Roma, l’anno scorso cercava l’amore nella favelas, probabilmente dopo aver dilapidato una fortuna in biglietti aerei. Quest’anno è stata ancora più selvaggia, tra il cielo e la savana…

Ostia Lido – J-Ax

Rimaniamo in tema vacanze low cost: l’ex cantante degli Articolo 31 (quanto ci mancano) sogna Portorico, ma confessa alla sua dolce metà che, in sua compagnia, anche Ostia Lido è una meta da non sottovalutare. Ci piace immaginare la conversazione. “Amore, andiamo a Portorico?” “No cara, insieme a te va bene anche Ostia Lido” “Ah…”

Playa – Baby K

Il tormentone estivo n.1 di quest’ultima estate, a nostro avviso. La bionda rapper si fa prendere la mano dall’ermetismo ungarettiano, ed elimina completamente i verbi dal ritornello. La musica, la playa, la notte, la fiesta, e il motivetto ci è già entrato in testa. E abbiamo fatto pure la rima baciata, tiè!

Tequila e San Miguel – Loredana Bertè

La leonessa del rock italiano, a cui siamo tutti un po’ affezionati, anche quest’estate risponde presente all’appello. A differenza della maggioranza delle altre hit di questo periodo, Tequila e San Miguel è una canzone decisamente malinconica, ma dal ritmo immancabilmente reggae. A bordo piscina, la Bertè mischia Tequila con San Miguel. Aspetterà le canoniche due ore prima di fare il bagno?

Maradona y Pelè – Thegiornalisti

La band romana ci ripropone uno dei più grandi, se non il più grande, dilemma calcistico della storia: chi è il più forte tra Maradona e Pelè? Tommaso Paradiso pensa ai campioni che trascorrono le loro vacanze a Ibiza, ma essere poveri fa molto indie, e quindi lui gira in boxer di notte per il salotto di casa, forse per lo spaghetto di mezzanotte. Una piccola osservazione, da vecchio quale sono: ok che la moda del momento è quella di sbiasciare le parole, ma a volte proprio non si capisce che cosa stia dicendo.

Calipso – Charlie Charles (with Dardust) ft. Sfera Ebbasta, Mahmood e Fabri Fibra

Il gotha della trap e del rap italiano unisce le forze, per cantare di un ragazzo che trascorre le sue giornate tra i vicoli di Napoli. Che novità! Il risultato non ci entusiasma, però ammettiamo di essere un po’ prevenuti verso questo genere musicale. La parte finale del ritornello dice “ora ricorda dov’è il tuo cuor”, ma sembra dire CUAR. Il no no no di Sfera con l’autotune ci indispettisce, come un palo colpito a porta vuota.

Arrogante – Irama

Canzone che mi è stata più volte dedicata dopo qualche discussione con amici. Arrogante è la classica canzone estiva, con ritmo, melodia e testo perfettamente intercambiabile con mille altre canzoni, di cui per fortuna non conosciamo l’esistenza.

Calma – Pedro Capò, Farruko

Due anni fa, qualunque emittente radiofonica trasmetteva Despacito un giorno sì e l’altro pure. Anche quest’estate, i Portoricani spadroneggiano. Farruko e Pedro Capò curano la propria anima andando in spiaggia (non mi dire) e pure Alicia Keys casca nel trappolone del reggaeton. Il momento in cui vengono citati Fonsi e Despacito è memorabile.

Con Calma – Daddy Yankee

Ebbene sì: Calma e Con Calma sono due canzoni diverse. Ci ho messo un po’ a realizzarlo. In preda ad un attacco sfrenato di fantasia, Daddy Yankee decide di maltrattare “Informer” di Snow, pezzo cult per chi è nato agli inizi/metà degli anni ‘80. Insomma, se ne sentiva proprio il bisogno.

Taki Taki – Dj Snake ft. Selena Gomez, Ozuna, Cardi B

Báilame como si fuera la última vez: il tema del “Facciamo questa cosa come se non ci fosse un domani” viene sovente proposto nelle hit estive. Essendo in giro da Ottobre dell’anno scorso, Taki Taki rientra per il rotto della cuffia nella categoria dei tormentoni, ma ha comunque svolto egregiamente il suo compito, ossia quello di affliggerci per tutta la stagione.

Margarita – Elodie, Marracash

Per onestà intellettuale, dobbiamo dire che questa canzone non ci dispiace in senso assoluto. Non ci fa impazzire eh, però si fa ascoltare tranquillamente. Sempre per onestà intellettuale, non fingeremo che la bella Elodie non influisca sul giudizio complessivo. I dubbi sull’amore, sulla monogamia e un hangover da paura sono i temi imprescindibili per una canzone del genere. Niente di nuovo all’orizzonte, comunque.

Mambo Salentino – Alessandra Amoroso, Boomdabash

Alessandra Amoroso dice che quando cammina per strada sente l’estate che c’è nell’aria. Eh grazie, ci sono 40 gradi all’ombra. Evidentemente i consigli di Studio Aperto non sono stati ascoltati. La ragazza che balla come se il mondo la guardasse, lei che chiede a lui di scappare via, l’estate in Salento è fore te capu, sono le tre del mattino e ancora si balla. Un grande classico insomma. Da bravo bradipo quale sono, io alle undici solitamente sto già sbadigliando…

Dove e Quando – Benji e Fede

Il nostro viaggio in questo turbinio dantesco si conclude con il duo modenese. Il principale ingrediente di questo articolo è stata la sincerità e anche stavolta ammetto una mia grave lacuna: prima di scrivere questo articolo, non avevo mai sentito questa canzone. Ma durante un aperitivo con amici, mi viene fatto notare che un pezzo sui tormentoni estivi senza Benji e Fede è come una carbonara senza guanciale.

E noi una carbonara senza guanciale mica ce la mangiamo…

Related Posts
Lascia un commento